Home

Sono ormai passati i tempi in cui si era etichettati “malati” poiché ci si rivolgeva allo psicologo.
La consapevolezza dell’avere bisogno di aiuto è il segno del non aver del tutto perso lucidità.

Psicoterapeuta Dr Ettore Zinzi www.psicologo-taranto.comNon è difficile risolvere un problema, è difficile ammettere di averlo.
Il ben-essere psichico è fondamentale tanto quanto quello fisico, essendo ad esso interconnesso in senso circolare.

Ci si rivolge ad uno Psicoterapeuta per affrontare momenti di crisi o anche soltanto motivati da un desiderio di crescita, di miglioramento personale.
Ognuno di noi cerca di affrontare da solo o con le persone che gli sono vicine emotivamente, le situazioni di crisi personale.
Tuttavia ci sono momenti in cui possiamo sentire che le soluzioni e le strategie che mettiamo in atto sembrano non aiutarci e persino a volte allontanarci dalle mete che desidereremmo consapevolmente raggiungere.
La vita è un percorso non sempre facile da percorrere, a volte bisogna prendere decisioni e fare scelte che mettono a dura prova il nostro equilibrio psico-fisico. Accade che quando abbiamo la necessità di richiedere “Aiuto” ad un professionista, ci sono due possibili risposte:
1. si aspetta che i sintomi passino da soli cercando anche di risolverli autonomamente
2. ci si attiva rapidamente e si contatta uno Psicoterapeuta per fissare un primo appuntamento.

Vediamo che :

  1. Aspettare diventa un modo per lasciar crescere il problema e rendere sempre più insopportabile la nostra angoscia. Pensare “che non vi sia soluzione” diventa sempre più invadente nella mente e quindi, ci si abbandona a quel “destino” credendo sia una questione di “carattere” (sono fatto così).
  2. Attivarsi rapidamente per cercare un aiuto professionale invece, ci si mette nella condizione di poter cambiare velocemente il proprio “destino”, inoltre si abbrevia i tempi di Terapia e si rende più semplice il lavoro psicoterapeutico.

La possibilità di condividere ed esplorare in profondità, con un professionista competente, i propri vissuti, le proprie ansie e debolezze e di capirle insieme, porta all’acquisizione di nuovi strumenti psichici e relazionali. Chiunque in qualsiasi momento della propria vita può avere bisogno, o meglio avere voglia, di rivolgersi ad uno specialista anche solo per conoscersi meglio!

 Lo psicologo non trova le soluzioni al posto nostro, sarebbero soluzioni adatte a lui e non a noi. Lo psicologo segue il cliente aiutandolo a capirsi meglio e potenziare i suoi punti di forza. Il percorso si attua attraverso un ascolto attento ai bisogni della persona.

Psicologo o Psicoterapeuta? che differenza c’è?
taranto-vecchia-barche-28-12-13-dr-ettore-zinzi-psicologo-psicoterapeuta-taranto-palagiano clicca per vedere i siti partners in cui è presente il
dr Ettore Zinzi ed il sito www.psicologo-taranto.com

Permanent link to this article: http://www.psicologo-taranto.com/

Robin Norwood “DONNE CHE AMANO TROPPO” recensione di Simona De Pace

DONNE CHE AMANO TROPPO di Robin Norwood, recensione di Simona De Pace Amare troppo è calpestare, annullare se stesse per dedicarsi completamente a cambiare un uomo “sbagliato” per noi che ci ossessiona, naturalmente senza riuscirci. Amare in modo sano è imparare ad accettare e amare prima di tutto se stesse, per potere poi costruire un …

Read more

Disturbi Fittizi

DEFINIZIONE DISTURBI FITTIZI Callegari C, Bortolaso P, Vender S. Una produzione volontaria o la simulazione di dolore per assumere il ruolo di ammalato può rientrare nella categoria nosografica dei disturbi fittizi. Il soggetto ammalato di questo particolare disturbo ha una personalità patologica che lo porta a desiderare di ricevere continue cure mediche e, soprattutto, di …

Read more

Disturbo Istrionico di Personalità

Criteri diagnostici del Disturbo Istrionico di Personalità. Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali. American Psychiatric Association Disturbo Istrionico di Personalità Secondo il DSM-5 A.P.A. devono essere presenti, iniziati nella prima età adulta, almeno cinque dei seguenti sintomi : 1- Disagio nei contesti in cui non sono al centro dell’attenzione; 2- Interazione con gli altri …

Read more

Richard Bach “IL GABBIANO JONATHAN LIVINGSTON” recensione di Simona De Pace

“Il gabbiano Jonathan Livingston” di Richard Bach “Qualunque cosa tu faccia non pensare mai a cosa diranno gli altri, segui solo te stesso, perché solo tu nel tuo piccolo sai cosa è bene e cosa è male, ognuno ha un proprio punto di vista, non dimenticarlo mai, impara a distinguerti, a uscire dalla massa, non permettere mai a nessuno di …

Read more

Charles Dickens “Il CANTO DI NATALE” recensione di Simona De Pace

Il CANTO DI NATALE di Charles Dickens “non vi è niente al mondo di così irresistibilmente contagioso come una persona che ride ed il buon umore” A Christmas Carol è un romanzo di Charles Dickens scritto nel 1843, una delle favole più belle del Natale. Charles Dickens nasce il 7 febbraio 1812 presso Portsmouth, secondo …

Read more

Lips enhancer. AUTOLESIONISMO 2.0

Lips enhancer. AUTOLESIONISMO 2.0 fashion victim Ogni tempo segue una sua moda. Che ci piaccia o no le mode sono sempre la tendenza del momento e spesso una fotografia dei valori presenti in quell’epoca. Ma non è detto che siano sempre tendenze intelligenti o evolutive. In un’epoca confusionaria come questa possiamo passare giorni interi sui …

Read more