«

»

Permalink link a questo articolo: http://www.psicologo-taranto.com/trucco-per-vincere-in-modo-matematico-al-gioco-sisal-vincicasa/

12 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Dr Ettore Zinzi

    Cosa ne pensi? lascia un commento (qui sotto) per farci conoscere la tua preziosa opinione, grazie.

  2. Orazio

    Penso che lo Stato sia il primo promotore del gioco d’azzardo e lucra attraverso la dipendenza da gioco di molte persone, facendo finta di combatterla. Alcuni esempi? Gratta e vinci: probabilità di vincere il premio massimo irrisorie, stampati fino ad arrivare al costo di euro 20. Gioco del lotto, prima una sola estrazione il sabato, poi portata a tre. Superenalotto…il lancio…la gente gioca al 99% date di compleanni, matrimoni, nascite…così hanno drogato la gente, che ormai gioca 3 volte a settimana per “paura” che escono quei numeri che conosce a memoria se non gioca. Poker on line…prima considerato illegale (oscuravano i siti stranieri) poi legalizzato in Italia come “gioco di abilità” (prima solo tornei, poi anche cash game…azzardo puro). Quando ero piccolo esisteva il “totonero”, scommesse sportive su poche squadre, anziché dovere indovinare 13 risultati del totocalcio. Prima combattuto con la scusa che i guadagni li aveva la malavita, poi legalizzato con una infinità di scommesse sportive. Nuovi giochi tipo “10 e lotto” (mi pare si chiami così) con estrazioni ogni 5 minuti durante quasi tutto l’intero arco della giornata. Di esempi ce ne sono ancora una infinità. Lo Stato alimenta volutamente le ludopatie e lucra sui sogni e sulla distruzione delle famiglie

    1. Dr Ettore Zinzi

      Per questa ragione credo sia molto importante essere informati, la consapevolezza dell’essere “nell’illusione” è una delle vie per riuscire a salvarsi dalle difficoltà!

      Per maggiori approfondimenti sull’evoluzione dell’introduzione del “gioco compulsivo legalizzato” in Italia consiglio leggere questo articolo:
      Conoscere i propri mali dalla loro storia. Quello che tutti (ancor di più i giocatori) dovrebbero sapere sulla storia del “GIOCO DI STATO” in Italia.

      http://www.psicologo-taranto.com/storia-del-gioco-azzardo-italia

      Orazio grazie per il commento!!

  3. daniele

    ciaooooo volevo chiedere allo staff di Vinci Casa se una persona vince casa ma la vuole piccola (salone/ang.cottura, camera, bagno e cameretta) si potrebbe diminuzione la percentuale che avete segnato sul sito di vinci casa (invece che il 20% in denaro potete cambiare con il 50% almeno con la parte del denaro è più facile pagarci il mutuo sopra.

    Volevo anche sapere se la casa è gia arredata

    Saluti

    1. Dr Ettore Zinzi

      hahaha buona idea ;-)

  4. Maria Concetta Dibrnedetto

    Allo Stato non interessa se hai i debiti e compri i gratta e vinci….la banca ci prende 1/5 di stipendio,siamo nella merda e così dopo tutti i sacrifici che abbiamo fatto,ora ci hanno distrutto del tutto,vogliono annientarci e ci stanno riuscendo benissimo…..

  5. Marcello

    Per me l’unico metodo miglio per vincere l’ho trovato con il lotto qui http://formulevincenti.altervista.org ma non ho capito come funziona

    1. Dr Ettore Zinzi

      L’unico modo è non giocare!!!!!!

  6. ALAIN DE BONA

    io gioco al lotto, ma ho capito che qualcosa non va! prima le palline fredde estratte dai bimbi , adesso i numeri sulla pallina, estrazione auto, la macchina si inceppa vedendo i n.° perché non mettere i n° dentro pallina ed estrarre in pubblico? Sicuramente dentro ci sarà un CIP identificativo del numero! così saremo sempre daccapo senza via di scampo !!! DISGUSTATO ALIBABA’

    1. Dr Ettore Zinzi

      Infatti!!!

  7. Gaetano

    Il gioco è un illusione della vita per essere sempre più poveri. Non giocare è la solo via d’uscita per essere sereni. Dobbiamo accontentarci di quello che abbiamo solo così potremmo essere baciati dalla vita.

    1. Dr Ettore Zinzi

      Infatti è l’unica soluzione… anche perchè credendo di poter vincere si delega al di fuori di noi stessi la resposnsabilità delle proprie fortune!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>